Locali dell’Alto Adige Rotating Header Image

Patauner

Poco fuori Bolzano e precisamente a Settequerce lungo la vecchia statale per Merano si trova uno dei locali che personalmente apprezzo maggiormente nella zona di Bolzano. L’arredamento è un po’ superato e il locale non particolarmente grande, ma il rapporto qualità prezzo è molto valido.

Patauner ha costruito negli ultimi anni la sua fortuna sugli asparagi e nel periodo che va da aprile a maggio è uno dei locali più gettonati.

Gli asparagi vengono serviti nel classico modo accompagnati dalla salsa bolzanina e dal prosciutto. A mio avviso la salsa bolzanina è una delle migliori, dato che viene proposta senza ricorrere alla maionese. Il prosciutto è molto gustoso e si sposa a meraviglia con gli asparagi Margarethe di Terlano.

Lo chef di Patauner non si limita a seguire la tradizione, ma accompagna gli asparagi anche a carne di vitello.

Gli asparagi vengono anche impiegati nei primi. Memorabili gli gnocchi di patate e ricotta con asparagi e aglio ursino. Morbidi al punto giusto e con un sapore delicato che manda in visibilio le papille gustative.

Ottimi i ravioli ripieni di asparagi e i tagliolini con asparagi, porri e prosciutto crudo.

Un buon vino bianco deve accompagnare la vostra escursione gastronomica a base di asparagi. Da Patauner non avete che l’imbarazzo della scelta. In occasione della stagione degli asparagi viene prodotto un vino dedicato: lo “Spargelwein” (vino degli asparagi). un Sauvignon dell’anno precedentem che servito fresco vi farà apprezzare ancora di più il vostro pasto.

Se non siete appassionati di asparagi, Patauner offre delle valide alternative. Su tutte segnalo il filetto di manzo in salsa di aceto balsamico: più di una persona si è lanciata in apprezzamenti plateali.

Se siete nella zona di Bolzano consiglio caldamente una visita a Patauner a Settequerce, soprattutto se desiderate degustare gli asparagi

Castel Flavon - Haselburg

Castel Flavon - Haselburg Da uno sperone di roccia sulle pendici del Colle Castel Flavon domina Bolzano. Ristrutturato nel 2002 il vecchio rudere è stato trasformato in un elegante bar - ristorante con un’aurea di medioevo. Castel Flavon può essere raggiunto a piedi con una agevole passeggiata che parte dal quartiere di Aslago o in macchina (comodo parcheggio davanti al castello).

Le sale interne trasudano storia. Quando ci si accomoda in una delle sale si respira l’aria di un tempo lontano quando il castello difendeva Bolzano dai nemici provenienti da sua. In alternativa sistemandosi sulla terrazza si può godere di una splendida vista su Bolzano e sulle montagne occidentali della provincia di Bolzano.

Prezzi leggermente sostenuti: cappuccino 2 Euro e macchiato 1,10 Euro. Possibilità di mangiare anche dolci. Non abbiamo provato il ristorante. Attenzione la domenica aperto solo fino 17.

Vögele - Bolzano

Ristorante Vögele - Bolzano Entrare al ristorante Vögele di Bolzano assomiglia un poco ad un piccolo viaggio nel tempo. Al piano terra l’ambiente può ricordare un’osteria della vecchia Bolzano, mentre i piani superiori, più curati, sembrano ricavati da un vecchio albergo. Si respira a pieni polmoni l’aria della Bolzano mercantile.

L’offerta culinaria è molto varia. Il ristorante si rivolge sia all’ospite che desidera consumare la propria pausa pranzo in tempi abbastanza rapidi sia all’ospite più esigente che vuole scoprire i sapori della cucina altoatesina con qualche variante internazionale. Vale la pena di sottolineare come la qualità del cibo sia in entrambi i casi sia soddisacente.

Consiglio agli interessati di chiedere un tavolo al primo o al secondo piano: l’ambiente è più luminoso, i locali per quanto un po’ stretti sono più silenziosi e l’arredamento è a mio avviso più elegante.

Come si diceva sopra l’offerta punta sulle specialità sudtirolese con escursioni verso la cucina italiana o internazionale.

Per me il Vögele è sinonimo di frittelle di patate con crauti (Erdäpfelplattelen mit Kraut) . Sono pochi i locali della provincia di Bolzano che offrono questo primo piatto semplice ma gustoso. Il cuoco interpreta le frittelle come vere e proprie frittelle di patate puntando alla croccantezza, mentre in altri locali la frittella assomiglia più ad un tortello fritto. Confesso che preferisco quest’ultima variante, anche se apprezzo molto anche la proposta dal Vögele.

Non mancano però i canederli e gli Schlutzkrapfen e i piatti di pesce. Come secondi prevale la carne con proposte come l’Herrengröstl, piatto tipico della tradizione sudtirolese basato un tempo sugli avanzi di carne e patate saltate, o la tagliata di manzo o il piatto di selvaggina.

Sul tavolo è sempre presente il cestino del pane che offre diverse tipologie di pane locale: dal Laugen al pane di segale, dal pane di patate allo Schüttelbrot, il caratteristico pane che si rompe con un pugno.

I prezzi sono onesti per la realtà locale. Se salite a Bolzano vi consiglio caldamente di frequentare questo locale.

Il Vögele si trova a Bolzano, in via Goethe in pieno centro vicino al mercato della frutta e verdura di Piazza Erbe.

Exil - Bolzano

Bar Exil - Bolzano L’espressione locale trendy si addice forse al Bar Exil di Piazza del Grano in pieno centro a Bolzano. Difficile spiegare perché un locale con un arredamento volutamente un po’ dimesso sia diventato un bar di riferimento per tanti giovani e non solo di Bolzano.

L’arredamento ricorda un po’ quello delle vecchie osterie: tavoli e sedie di legno, senza tovaglie, con una candela in mezzo. Alcune vecchie sedie della stazione di Bolzano dovrebbero costituire l’alteernativa, ma non le usa nessuno e sono diventate dei “soprammobili”. Il locale all’interno è molto spazioso con un soffitto molto alto. I clienti che nella bella stagione preferiscono stare all’aperto possono sistemarsi all’esterno sotto un piccolo porticato dove hanno trovato posto un buon numero di tavolini.

Confesso che amo il cappuccino dell’Exil: cremoso al punto giusto, non troppo forte, una vera soddisfazione per il palato. Prezzo un po’ sostenuto (1,60 Euro per il cappuccino), anche se ne vale la pena a mio avviso. Se un cappuccino vi sembra troppo potete optare per il macchiatone (detto Exil) servito in particolari bicchieri di vetro. Buona la scelta di birre e di vini.

Per chi vuole mangiare qualcosa. l’Exil offre piccoli spuntini (bruschette, panini imbottiti), ma anche generose insalate, che riscuotono un grande successo presso il popolo femminile.

Non so spiegare il motivo, ma quando sono in cenro a Bolzano la mia prima scelta è l’Exil. Mi siedo ad un tavolo, ordino il cappuccino, leggo il giornale (principali giornali italiani e tedeschi). Mi sento semplicemente a mio agio.

Il bagno si trova in cantina e pur avendo il fascino delle vecchie cantine del centro di Bolzano non brilla per pulizia e comodità. Nonostante questo Exil rimane il mio bar preferito a Bolzano.

Rating:

3 su 4

Birreria Ristorante Hopfen

Hopfen Birreria Ristorante - Bolzano Proprio nel centro di Bolzano a fianco delle caratteristiche bancarelle di Piazza Erbe sorge la birreria artigianale Hopfen. L’espressione birreria è forse limitativa, perché negli anni Hopfen si è evoluto verso un vero e proprio “stile” di interpretare Bolzano: ristorante, panificio, luogo di incontro, musica e molto altro.

Lo stretto ingresso all’angolo con via Argentieri introduce nell’atrio principale (anch’esso di dimensioni non proprio enormi), dove si intravedono alcuni macchinari per la produzione della birra. A fianco la sala principale e le scale per accedere ai piani superiori. Tutti gli ambienti non sono molto luminosi, una certa penombra regna in tutto il locale. L’arredamento è semplice e volutamente cerca di trasmettere la tradizione delle osterie. Si respira l’aria del passato.

Le birre

Gli appassionati possono degustare la birra chiara e la birra scura. Entrambe sono molto leggere e sono molto adatte, a mio avviso, ai mesi estivi. I boccali stretti mettono in luce il colore torbido della birra. Al gusto non è particolarmete amara.

Ristorante

Il ristorante propone tendenzialmente i piatti della tradizione con qualche piccola reinterpretazione. La nostra esprienza non è stata però molto entusiasmante. Il Gröstl (piatto tradizionale a base, in passato, di avanzi di carne e patate saltate) non entra certamente nella nostra top 5 e i salsicciotti di Norimberga, per quanto gustosi, avevano poco a che spartire con quelli veri di Norimberga.
Molto buone e abbondanti invece le costine di maiale.

Panificio
Di fronte all’ingresso una delle tipiche casette del mercato di piazza delle erbe vende il pane prodotto da Hopfen stesso. Troverete tipi di pane molto particolari con ingredienti molto vari.

Rating:
2 stelle (su 4)